Ti presento l’hopepunk

Nel frattempo ho scoperto questa cosa che potrebbe esistere un nuovo genere narrativo emergente che si chiama Hopepunk. Nella prima, brutale definizione di Alexandra Rowland (che bello essere i primi a dare la definizione di qualcosa), si tratta del semplice opposto del genere Grimdark, ovvero quel filone di storie in cui tutto va a cazzo, in... Continue Reading →

Annunci

Un ragazzino

"Dove possiamo comprare il pane perché costoro possano mangiare?" chiese il Profeta. Filippo guardò, mesto, la folla. Erano seduti alla base del versante della montagna, dove la vegetazione iniziava a diradare e a trasformarsi in arbusti legnosi e secchi. Era l'inizio della festa dei Giudei e, venuti a sapere di ciò che il Profeta faceva... Continue Reading →

Questo è il post in cui festegg… oh!

Già. Questo è il post in cui festeggio il completamento della prima parte di Cavalli più Veloci, il polpettone ucronico che sto scrivendo tra una cosa e un'altra. La bella cosa da festeggiare è che la prima parte, quella ambientata in Kentucky, è stata divertente da scrivere e mi ha soddisfatto anche più del solito.... Continue Reading →

Lo straordinario mondo di Gumball

Immagina Ben Bocquelet entrare nella neonata Cartoon Network Studios Europe di Londra per pitchare il pilot di una serie animata. L'idea iniziale è quella di riunire in una scuola media una serie di personaggi scartati da ogni tipo di serie animata. Immagina quindi personaggi che vengono da cartoni disegnati, computer grafica, pupazzi in pezza, videogiochi.... Continue Reading →

Tubetti e flaconcini

Capita che quando ti regalano quei set con il profumo pour homme e altri tubetti e flaconcini, alla fine usi per primo il profumo, che è chiaramente riconoscibile come profumo e quindi lo usi perché ti serviva giusto giusto un profumo. Gli altri tubetti e flaconcini, che talvolta portano stampati nomi evocativi come Mystical Experience,... Continue Reading →

Una manciata di newsletter

Dai, dai, confessa. Quante newsletter intasano la tua casella di posta? Anche tu ti concedi quelle iscrizioni compulsive che, quando ti arriva la mail, ti fanno chiedere "ma questa iscrizione quando l'ho fatta? E, soprattutto, perché?" Scherzi a parte, le newsletter sono belle. Ci permettono di leggere roba interessante senza dover andare a consultare il... Continue Reading →

Forse domani – Frederik Pohl

Dietro al banchetto del mio spacciatore di carta usata (ciao Ivan) c'è uno scatolone di cartone che raccoglie un'interessante accozzaglia di tascabili di fantascienza, soprattutto Urania nelle varie edizioni. Troppo vecchi e impresentabili per essere disposti accanto alle copertine rigide dei bestseller, amo perdermi nella ricerca di chicche nascoste tra questi volumetti sgualciti. Proprio in... Continue Reading →

La terza di The Expanse

Se non conosci ancora The Expanse sappi che si tratta della trasposizione televisiva dell'omonima serie di romanzi e racconti scritti da Daniel Abraham e Ty Franck con lo pseudonimo di James S. A. Corey. Nata come ambientazione per un gioco di ruolo, questa space opera è cresciuta gradualmente sui vari media catturando l'attenzione e l'interesse... Continue Reading →

Attacco di FOMO?

Paura di aver perso qualcosa, vero? Allora ecco un post pieno zeppo di link a cose. Mentre il Carnevale di Binazzo impazza (anche quello di Cento, che quest'anno è un po' sottotono ma non dirlo troppo in giro altrimenti si offendono), faccio cose che non necessariamente finiscono sui social. È strano come le cose più... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑