Creatività… in crisi

Qui parliamo tanto di scrittura, ma non mi sono mai definito né scrittore né autore. Racconti, post, disegni, animazioni, software, elettronica, sculture, giocattoli e aggeggi non meglio definibili: mi piace costruire le cose che prima non c'erano. Mi piace quando qualcosa di nuovo, fatto da me, vede la luce. Bello, eh, ma non è che... Continue Reading →

Le regole (non scritte) dello young adult

Sì, cioè, se lo prendiamo nel senso più generico del termine, il genere young adult (o coming of age) è piuttosto vecchiotto ed anche vario. Se vogliamo include cose come "Il Libro della Giungla", "Huckleberry Finn", "Il Giovane Holden", "I Ragazzi della 56ma Strada" e ovviamente pure "Piccole Donne". Ma oggi come oggi, nell'appiattimento creativo... Continue Reading →

Papà, costruiamo un computer?

”Papà, costruiamo un computer?” Domanda da niente, quella che mi ha fatto il novenne alla fine dell’anno scorso. ”Sì, certo.” ho risposto, prendendo tempo, facendo finta di essere molto più convinto di quanto fossi in realtà. Tanto, pensavo, avrebbe dimenticato questa ambizione nel giro di pochi giorni. E invece il novenne non dimentica. Comincia a... Continue Reading →

Quanto durano 30 secondi?

Sono passati nove anni, da quei trenta secondi. Avevo scritto un lungo post in cui ricordavo quei momenti e un po’ di cose che sono seguite. L’ho riletto, e ho pensato che tutto sommato queste sono cose che non voglio condividere. È molto, forse troppo difficile spiegarle a chi non c’era senza scadere nelle banalità... Continue Reading →

Chi siete, chi vi manda?

Avevamo passato una bella giornata a Reggio Calabria e Pentidattilo (o Pentedattilo) e stavamo rientrando in direzione della costa cosentina. Era già quasi passata l'ora di cena, e un semplice cartello con l’indicazione di una sagra paesana ci sembrò un’occasione troppo ghiotta per ignorarla. Giuro che non ricordo il nome del paesello. Era piccolo, abbracciato... Continue Reading →

… and back home

Ti avevo detto che sarei partito. Alla fine sono anche tornato. Bene, dai. Come anticipato si sono evitate le quarantene usando le scappatoie per evitare le quarantene. Si è evitato anche l'aereo visto il numero di scali improponibili che avrebbe richiesto. Non evitabili i tre tamponi in quattro giorni che, oh, andavano fatti. In questo... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑