Come butta – Novembre 2022

Non so per te, ma questo novembre è volato via in un istante. E non come ‘quanto vola il tempo quando ci si diverte’. No. È stato più ‘ma… che… no… Ouch!’, un turbine di impegni, scazzi e imprevisti che mi ha sballottato peggio di un tornado. Per fortuna è anche quasi andato.

Il mio NanoWriMo, una cosa a cui giustamente non partecipo mai, in realtà questo mese l’ho vinto per lavoro. E non ne ho vinto uno, ma cinque o sei. Vale lo stesso? Una deadline grossa così con una marea di testo, immagini, tabelle. Un lavoraccio immane fatto di dubbi, attese, conferme, domande. A proposito, questa scadenza mi ricorda che è passato un anno da quando ho iniziato questa nuova esperienza lavorativa. Dovrei fare un bilancio? Non so. Frega a qualcuno? Boh. Forse ne parlerò in un post dedicato.

Poi, in un paio di pause pranzo, ho partecipato al volo, dallo smartphone, al Crom Award di Ilperdilibri. Il mio racconto era questo qui. Purtroppo ho anche avuto zero tempo per seguire il resto del concorso e quindi non sono riuscito a commentare, votare o anche solo a condividere sui social-cosi. Mi dispiace ma, insomma, vabbè. Questa esperienza mi ha ricordato il perché, in generale, io non riesca a partecipare a nulla.

E in tutto questo casino, forse perché non ho dovuto organizzare io la gita, ho avuto la ghiotta occasione di visitare la meravigliosa mostra dei Pittori di Pompei a Bologna. Artisti che non erano famosi, non firmavano nemmeno le loro opere. Bravi artigiani che ci hanno lasciato affreschi che a volte stupiscono per modernità e stile e che a volte ci raccontano cose importanti di una società estinta. Quasi anonimi, ma sopravvissuti. Che spettacolo, comunque.

Giusto in tempo per affrontare un’altra infezione da Covid in casa. Stavolta gestita più facilmente di quella del mese scorso. Speravo bastasse per un po’ e invece in questo momento ci troviamo tutti a casa con l’influenza. È singolare perché non ricordo un momento in cui ci siamo ammalati TUTTI, tanto che per me era una legge biologica che almeno una persona, in famiglia, dovesse rimanere in salute. E invece, anche quest’anno il Nobel per la biologia va ad altri.

Ah. Mi rendo conto che queste righe sono un po’, come dire, lagnose. Ho lavorato qui, ho sgobbato lì, mi sono ammalato là, gne gne gne. Ma non volevo lasciarti con la sensazione di aver letto delle righe lagnose, no. Ce ne sono fin troppe in giro. In realtà sto sempre qui, sono pronto a tirare fuori idee sceme e malsane e mi servono solo un paio di minuti per rispolverarle quindi, oh, animo che poi ripartiamo con le cazzate. Ci si sente il mese prossimo, allora. Dovrebbe essere la fine del 2022, tempo di bilanci per tutti i blogger. Credo.

Pubblicità

6 risposte a "Come butta – Novembre 2022"

Add yours

Esprimiti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: