Ascoltare

Durante una giornata con la parrocchia è stato fatto un esercizio di gruppo piuttosto interessante. Niente religione, non ti preoccupare. Solo comunicazione.

Era richiesto di rispondere a turno ad alcune domande ma era importante che la risposta fosse un monologo, una riflessione ad alta voce ma non una discussione, nel senso che il resto del gruppo non avrebbe dovuto aggiungere nulla, né confermando di essere d’accordo né dichiarandosi in disaccordo. Questo sia durante l’intervento in corso che negli interventi successivi.

Quella che mi sembrava una limitazione ‘strana’ si è rivelata invece un ottimo spunto che mi ha fatto appassionare a questo esercizio. A questo proposito butto giù alcune cose che ho notato velocemente, per poi aggiungere una considerazione finale:

  1. Quasi tutti hanno avuto difficoltà, soprattutto sulle prime domande, ad adeguarsi alla ‘regola’. Siamo veramente abituati a ribattere, spesso ancora prima di aver ascoltato tutte le conclusioni di chi sta parlando.
  2. Mi sono trovato non solo a ‘mordere la lingua’ ma anche a controllare il linguaggio del corpo cercando quindi di non annuire o fare gesti che potessero dare un ‘feedback’ al chi si stava esprimendo. Sono gesti che spesso non mi accorgo di fare ma che in un contesto limitato emergono.
  3. Non aggiungere nulla a quanto detto dagli altri porta a ragionare meglio su quanto sto per dire. Senza agganciare il discorso a quello di chi precede si cerca di articolare meglio un pensiero autonomo, completo e personale.
  4. A lungo termine, quando ormai si è ‘digerita’ la limitazione, ci si scopre ad ascoltare davvero chi sta parlando. Senza l’obbligo di ribattere si assume un atteggiamento più neutro che ci costringe a capire cosa sta esprimendo l’altra persona. Questo credo sia lo scopo finale dell’esercizio.

La mia considerazione finale è il motivo per cui questo esercizio mi ha appassionato. Si è rivelato l’esatto opposto di quello che ci stiamo abituando a fare con ‘sti cacchio di social media. Il ribattere a tutti i costi, il like e il dislike. Un giudizio, sempre e comunque. Senza renderci conto che non è necessario e, soprattutto, non ci porta ad ascoltare davvero quanto viene detto. Quante volte partiamo automaticamente con un pollice verso senza essere nemmeno arrivati alla fine? Quante volte ci siamo fermati a un paio di parole chiave? Ci stiamo tramutando in algoritmi, in automatismi che buttano fuori degli yes/no oppure siamo in grado di ascoltare chi vuole esprimere qualcosa?

18 risposte a "Ascoltare"

Add yours

  1. Molto interessante. Conferma che il problema del clima dei social è un po’ colpa di come sono fatti, ma molta è nostra perché, se sono fatti ‘in un certo modo’ i social, è perché siamo fatti ‘in un certo modo’ noi e di questo le grandi piattaforme social si approfittano per campare.

    Piace a 1 persona

  2. Ti metterei “mi piace” ma poi mi sembra di andare contro lo spirito del messaggio.
    Interessante, io stavo provando appunto a evitare di commentare notizie e di rispondere a commenti, se non sono sicuro di aggiungere veramente qualcosa (tipo correggere un errore o rispondere a una domanda tecnica), e mi accorgo che la tentazione di rispondere per dire la propria opinione c’è sempre.
    Proverò anche questo esercizio.

    Piace a 1 persona

    1. Qui siamo in un contesto ‘social media’ quindi il “mi piace” puoi metterlo. Se vuoi. Diciamo che l’esercizio porta a riflettere su come si comunica, e per fortuna non è una limitazione che dobbiamo portarci dietro tutto il giorno.

      "Mi piace"

  3. Spelndido esercizio e ottima conclusione. Dal mio puno di vista ci può stare una risposta, magari un’opinione personale, ma sempre lasciando aperto uno spiraglio nel caso si sia completamente frainteso quello che voleva dire l’altra persona. E, sempre, senza interromperla con arroganza a metà della frase

    Piace a 1 persona

Esprimiti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: