Godzilla vs Kong

A pochi anni dall’ascesa del terribile Mostro Zero Ghidorah e dalla vittoria di Godzilla, tutto sembra tranquillo. La Monarch trattiene Kong, l’unico titano con il quale gli uomini riescono ad interagire, confinato all’interno di un recinto speciale su Skull Island. Si teme infatti che liberandolo questi possa diventare un bersaglio per il lucertolone atomico.
Eppure, inspiegabilmente, è proprio il lucertolone a fare la prima mossa, attaccando un’installazione industriale in Florida.
È quindi finito il periodo di pace tra i titani e l’uomo? Lo scontro definitivo tra i titani è inevitabile? E cosa è possibile fare per avere qualche chance di sopravvivenza?

Non sono arrivato a questo film con l’entusiasmo che avrebbe meritato.

Anzi, a dire il vero nei mesi precedenti ero abbastanza galvanizzato dall’imminente scontro cinematografico tra questi due pesi massimi. Purtroppo l’uscita di fine marzo che ha lasciato fuori l’Italia (si sperava in un’apertura dei cinema?) mi ha costretto a una cruenta battaglia online al fine di evitare spoiler. Battaglia che purtroppo ho perso nel peggiore dei modi, rovinandomi una serie di sorprese ‘grosse’ e ‘succose’.

E, insomma, visto che comunque non passava nemmeno al cinema avevo rinunciato alla possibilità di guardarlo in tempi brevi, optando per l’attesa di un passaggio in streaming a prezzi più accessibili (o magari all’interno di un abbonamento).

È stata però l’insistenza dei figli a farmi desistere.

E, ok, l’ho guardato brontolando, sapendo già dove andava a parare.

E sempre brontolando come una pentola di fagioli non sono andato pazzo per i troppi attori, per un incomprensibile avanzamento tecnologico dell’umanità rispetto al film precedente, per il solito CEO hi-tech irresponsabile, per il download di una fonte di energia a distanza manco fosse scaricata dal torrent, per quei seimila chilometri sotto terra percorsi in pochi minuti (??). Ho brontolato, sappi, anche per la computer grafica che è fatta bene e c’ha tutte le sue cosine ma per il vecchio brontolone era fin troppo dettagliata: un kaiju di oltre un centinaio di metri non può essere completamente a fuoco e non puoi vedergli tutti i peli o le scaglie, insomma, dai.

Poi, diciamo pure che il titolo Godzilla vs Kong è fuorviante: questo è un film di Kong.

Lo stesso Kong dell’originale e tosto Skull Island, in cui marines che si atteggiano a Full Metal Jacket si scontrano con un gorilla gigante che si spara le pose da figo. Sì. Qui ci sono un po’ meno pose e manca la fortunata ambientazione di Skull Island, ma abbiamo un Kong che

  • Non si inchina davanti a nessuno.
  • Segue un percorso di crescita.
  • Comunica con gli inutili personaggi umani.
  • Provoca inevitabili palpitazioni ogni volta che va a scontrarsi con Godzilla.

Sì, Kong è l’eroe, Kong è il figo.

Kong è Batman che sfida Superman.

Non possiamo nascondere che lo scontro è veramente impari. Scelta azzeccatissima, perché proprio per questo diventa interessante e avvincente. Lo scimmione avrà di volta in volta diversi svantaggi, prenderà un sacco di mazzate e dovrà usare tutte le proprie capacità (intelligenza, strategia e una caparbietà esagerata) e qualche aiutino per arrivare arrancando fino a QUELLA SCENA (assist, dribbling e gollasso), in cui ti alzerai dal divano sollevando i pugni che nemmeno un gol della Nazionale. Davvero.

E tutto il resto passerà in secondo piano. Passeranno in secondo piano le brontolate, gli spoiler e tutte le cose che non ti sono piaciute. Perché i mostroni mitici che si menano e spaccano tutto hanno sempre il loro perché, e perché un bel momento di sano, gioioso, chiassoso entusiasmo a volte è tutto ciò che serve.

E, beh, appena posso me lo rivedo.

(aspetto sempre Gamera, io)

2 risposte a "Godzilla vs Kong"

Add yours

Esprimiti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: