Il partigiano d’Artagnan – Alberto Cotti

Ciao Alberto.

Bluebabbler

Nel breve periodo in cui sono riuscito a praticare scherma quasi seriamente, ho avuto la fortuna e l’onore di avere come maestro Alberto Cotti.

Di Cotti ebbi un’impressione piacevolissima fin dal primo istante. Una simpatia immediata, a pelle. Impressione che si confermò negli anni. Era un uomo garbato, semplice, paziente, con un pacato senso dell’umorismo.

La palestra nella quale il gruppo schermistico svolgeva le sue attività non si poteva certo dire all’avanguardia. Era un ex lavatoio, una struttura allungata, piccola, un po’ dimessa, adagiata al margine di un canale. Una di quelle palestre con le finestre sempre sporche di ragnatele. Non che ci fosse necessità di altro, del resto, per tirare di scherma.

Il gruppo era frequentato da poche persone e al termine degli incontri, dopo aver riposto armi e attrezzature, spesso si rimaneva a fare due chiacchiere in compagnia dei pensionati del vicinato che, per passare il tempo…

View original post 280 altre parole

Esprimiti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: