E questa è la parte imbarazzante

Te lo ricordi quel coso, sì, lo scritto ambientato in un 1943 in cui Ford non produceva automobili ma cavalli più veloci?

Ti ricordi gli aggiornamenti sul blog e la newsletter, i tweet con le foto d’epoca?

Che figata, eh?

Bene. Forse non lo saprai, perché ultimamente ne parlo sempre meno (e serve gente molto attenta, oppure quasi malata, per leggere tra le righe e le virgole), ma è ormai da qualche mese che ho completato la Shitty First Draft di questo coso.

Già. Il primo traguardo.

E questa è la parte imbarazzante.

Perché tutta la terza parte del coso, quella con i soldati ambientata in Sicilia, non è per niente buona. E non è questione di correzione di bozze. Non è questione di editing che va fatto. È proprio sbagliata, scritta coi piedi, spazzatura nata male e morta peggio, che non racconta proprio nulla. E quindi devo rivederla alla radice, riscriverla completamente, senza pietà. E non so se adesso ce la faccio.

Ammetto di sentirmi molto frustrato da questo passo falso. Perché su questo scritto avevo investito tanta ricerca, entusiasmo e tanto, troppo tempo. E avevo rinunciato a lavorare ad altra roba, e mi spaccherei la testa per non essermi giocato meglio questi mesi.

E sia, si sbaglia. Sono un caprone. Non ho scritto Il Manuale, e nemmeno l’ho letto. E la birra artigianale, anche se la fai con tanta passione, può contaminarsi.

Ma l’importante è mantenersi sereni e seguire un percorso di miglioramento consapevole e continuo.

(lo scrivo mentre sto gridando e spaccando cose in tutta serenità)

No, sono tranquillissimo.

E quindi questo è quello che farò. Lascerò decantare i cavalli. La shitty deve riposare perché non ha senso lavorarci ora, sotto stress. Sbaglierei di nuovo e perderei altro tempo.

Per cui, per riprendere un po’ di fiducia, me la giocherò facile. Recupererò il materiale di Skarer & soci, perché ci eravamo lasciati a metà di un nuovo episodio, e a seguire riprenderò i Kamikazoidi. Poi, visto che fa parte del gioco, credo che a questo punto sia naturale che da queste due storie emerga la seconda stagione delle Storie di Binazzo.

Per i cavalli, si vedrà.

Una risposta a "E questa è la parte imbarazzante"

Add yours

Esprimiti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: