Un nuovo (vecchio) feed reader

Quando nel 2013 Google annunciò la chiusura del suo Google Reader, il celebre aggregatore di feed, rimasi spiazzato. Con cosa cavolo avrei potuto sostituirlo? Non sembrava essere disponibile un’alternativa decente, né un clone degno di questo nome. C’erano aggregatori client, c’erano aggregatori che sembravano riviste, c’erano aggregatori che facevano di tutto per non sembrare aggregatori.

Fu una scelta difficile. Ero e sono tuttora un consumatore ‘pesante’ di feed, con un uso piuttosto dinamico. Mi piace toglierli, aggiungerli, rinominarli, cambiarne la frequenza e la categoria.

Insomma, sono un utente impegnativo.

Alla fine optai per Feedly. Gratuito, dall’interfaccia pulita, con un’app decente. Per la maggior parte degli utenti Feedly è uno strumento eccellente. Fa un sacco di cose e non si lamenta delle grandi collezioni di feed. Però mi è sempre stato stretto. Non presenta le cose come piacciono a me, ed è un po’ delicato nel momento in cui devo marcare i contenuti come letti. Inoltre la riorganizzazione e la rimozione delle sottoscrizioni tendono ad essere operazioni scomode.

Ho convissuto con Feedly per diversi anni, ma questo mese ho deciso di guardarmi di nuovo in giro. Dopotutto non sono mai stato un utente fedele.

Ho scoperto, infine, The Old Reader.

The Old Reader ha un’interfaccia datata, sembra un sito anni ’90. Ma ha un sacco di funzionalità e, soprattutto, le implementa in modo efficace e preciso. Pur non essendolo assolutamente, adotta una filosofia slow, artigianale. È stato creato da tre sviluppatori Ucraini: Elena, Dmitry e Anton. Non è un’icona di stile, non si propone con le sue scelte innovative di design.

Funziona.

E ha un nome che mi ha catturato subito.

Unica pecca, non ha un’app. Ha una versione mobile che giracchia ma non brilla.

Qui, però, scatta la combo.

The Old Reader infatti ha un’API che gli permette di interfacciarsi con app sviluppate da terzi, e infatti si trovano almeno una decina di prodotti più che decenti che lo usano come piattaforma.

Ho scelto FeedMe. È un’app pulita, semplice, che non si aggiorna quando pare a lei ma lo fa quando lo dico io. E supporta, naturalmente, la lettura dei feed di The Old Reader.

E da qui riparto. Con un nuovo (vecchio) aggregatore. Pronto a fare pratica con le nuove funzionalità, e ad abbonarmi a decine di nuovi feed, cancellarli, spostarli, rinominarli o spostarli di categoria. È un po’ come traslocare, credo.

 

5 risposte a "Un nuovo (vecchio) feed reader"

Add yours

Esprimiti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: