“Ogni 44 giorni” e “Universo incompleto” di Stefano Castelvetri — Giochi di parole… con le parole

I due romanzi “Ogni 44 giorni” e “Universo incompleto” di Stefano Castelvetri li ho praticamente divorati, letti uno dei seguito all’altro. Fanno parte del primo e del secondo volume della serie “Storie di Binazzo”, che si compone di un terzo volume che dà il nome alla serie. I primi due sono romanzi, mentre il terzo […]... Continue Reading →

Annunci

Un nuovo (vecchio) feed reader

Quando nel 2013 Google annunciò la chiusura del suo Google Reader, il celebre aggregatore di feed, rimasi spiazzato. Con cosa cavolo avrei potuto sostituirlo? Non sembrava essere disponibile un'alternativa decente, né un clone degno di questo nome. C'erano aggregatori client, c'erano aggregatori che sembravano riviste, c'erano aggregatori che facevano di tutto per non sembrare aggregatori.... Continue Reading →

Gravity Falls

Il gemelli Dipper e Mabel vengono mandati in vacanza dal prozio Stan, proprietario del Mistery Shack, un negozio di articoli bizzarri e occulti nel quale i turisti in visita a Gravity Falls vengono truff... soddisfatti. Il fatto è che a Gravity Falls succedono cose strane, compaiono creature impossibili e non tutto funziona come vorrebbe la... Continue Reading →

Nightbird – Lucia Patrizi

Irene vede la gente morta e ne ha fatto una professione. Certo, non sempre i 'casi' che risolve la sua Agenzia sono reali. A volte, per arrotondare, accompagna curiosi in luoghi in cui l'infestazione è, diciamo, un po' inscenata. Ma inscenata bene, eh. Perché Giada, la sua compagna, è un fantasma vero che segue Irene... Continue Reading →

Se non sei genitore non puoi capire (oppure sì?)

Davanti alla macchina del caffè stavo raccontando l'ennesima avventura del venerdì mattina, ovvero di quando sotto la pioggia mi si è chiuso in faccia il portellone del bagagliaio dell'auto e quindi ho finito per accompagnare i figli a scuola tamponandomi il sangue che colava copiosamente sull'occhio. (oh, non sono nemmeno arrivati in ritardo) Non è... Continue Reading →

È già momento di FOMO?

Quella del FOMO doveva essere una categoria di post in cui ci tenevamo aggiornati e mettevo giù un po' di cose, link e frammenti talmente sparsi e casuali che non avrebbero mai trovato posto in un articolo dedicato. In brevissimo tempo mi sono reso conto che questa 'Fear Of Missing Out' non era la tua... Continue Reading →

Simboli, tarli e felpe

L'altro giorno, visto il clima rigido e decisamente poco primaverile, ho pensato di twittare un secco "Viva la felpa". Mentre lo stavo scrivendo, mi è venuto il dubbio che il messaggio potesse essere equivocato come un entusiastico supporto all'attuale ministro dell'interno. Sia mai, cavolo. Neanche per sbaglio. Ho quindi rinunciato, seccato, e mentre annullavo il... Continue Reading →

Suzie

Arrivo alla bordura con il fiatone. Non so perché, ma stamattina sono riuscito a imbrogliarmi con qualunque cosa. Ho versato il caffè sulla tovaglia, ho rotto una guarnizione della tuta. Mi sono accorto di aver dimenticato lo zaino solo dopo essere arrivato in fondo al tunnel dove abito. Ho il fiatone, va bene, ma sono arrivato... Continue Reading →

Perdido Street Station – China Miéville

Tra quartieri caotici e congegni taumaturgici, Isaac Grimnebulin riceve dal garuda Yagharek un incarico sconcertante e quasi impossibile. Nel corso delle sue ricerche, lo scienziato mette inavvertitamente in moto una serie di eventi che portano l'intera popolazione in pericolo quando un orrore immondo si libera negli affollati cieli della metropoli di New Crobuzon. Come lettore... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑